Eventi

Tutti gli interventi della Giornata di Studio “Cultura e Salute” del 26 novembre 2021

By 26/11/2021 Settembre 5th, 2022 No Comments

Tutti gli interventi della Giornata di Studio
“Cultura e Salute” del 26 novembre 2021

 

Venerdì 26 novembre 2021, in occasione della Seconda Assemblea dell’Associazione, si è tenuta a Roma, presso il socio fondatore ASL Roma 1, la giornata di studi sul tema “Cultura e Salute”. La giornata, nel suo complesso, ha rappresentato un’importante opportunità per illustrare il lavoro svolto dall’associazione per la valorizzazione degli ospedali storici e per condividere le idee progettuali sul futuro di questo importante patrimonio. L’evento è stato ospitato presso il Salone del Commendatore del Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia (Borgo Santo Spirito 3).

La Giornata di Studio, articolata in tre sessioni mattutine, si è conclusa nel pomeriggio lasciando spazio alla
seconda Assemblea.

1.La giornata è stata introdotta da Angelo Tanese, Presidente di ACOSI e Direttore Generale della ASL Roma. Angelo Tanese ha ringraziato tutti i partecipanti sottolineando l’importanza della creazione di una rete tra le differenti aziende sanitarie e ospedaliere, al fine di elaborare e favorire lo scambio e la diffusione di soluzioni gestionali, conservative e comunicative delle realtà storiche in ambito ospedaliero. Inoltre, ha ringraziato il Ministro della Salute Roberto Speranza, il Ministro della Cultura Dario Franceschini e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che hanno omaggiato ACOSI con delle lettere autografe per augurare il buon andamento della Giornata e di ogni iniziativa futura.

La prima sessione, dal titolo “Cura dell’Arte e Arte della Cura”, ha visto come moderatori Mario Po’, Direttore della Scuola Grande di San Marco, Azienda ULSS 3 Serenissima di Venezia e Paolo Maria Galimberti, responsabile del Servizio Beni Culturali della Fondazione IRCCS Ca’ Granda di Milano. Al tavolo della conferenza si sono alternati la Soprintendente Speciale di Roma, Daniela Porro, Bernardino Fantini, professore di Storia della Medicina e della Sanità della Facoltà di Medicina presso l’Università di Ginevra, Annalisa Cicerchia, co-founder CCW-Cultural Welfare Center, Grazia Tucci, professoressa di Topografia e Cartografia del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Firenze, Maria Gazzini, Professoressa di Storia medievale dell’Università degli Studi di Milano e Costantino D’Orazio, storico dell’arte e giornalista.

La seconda sessione si è focalizzata sul tema “Il management negli ospedali storici. Esperienze a confronto” un dibattito nel quale sono intervenuti i Direttori Generali dell’aziende sanitarie e istituti di ricerca degli ospedali storici. Giancarlo Landini, Presidente della Fondazione Santa Maria Nova Onlus di Firenze e Niccolò Persiani, Professore di Economia aziendale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Firenze hanno discusso con il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma, Tiziana Frittelli, il Presidente della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore di Milano, Marco Giachetti, il Direttore Generale della ASST Spedali Civili di Brescia, Massimo Lombardo e il Direttore Generale della ULSS 3 Serenissima di Venezia, Edgardo Contato.

Durante il light lunch i partecipanti hanno potuto visitare la Biblioteca Lancisiana, patrimonio storico della ASL Roma 1.

La sessione del pomeriggio, dal titolo “Progetti per la valorizzazione degli ospedali storici”, condotta da Gennaro Rispoli, Direttore del Museo delle Arti Sanitarie di Napoli, ha visto gli interventi di Mariateresa Dacquino, Direttore del Centro Studi Cura e Comunità per le Medical Humanities A. O. S. Antonio e Biagio e C. Arrigo di Alessandria, Sonia Muzzarelli, Conservatore del patrimonio storico e artistico della AUSL della Romagna, Maria Luisa Velardi, Direttore della UOC Conservazione e Valorizzazione del Patrimonio dell’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma, Gianpietro Bonazza, segreteria di Direzione Generale della ASST Spedali Civili di Brescia.

L’evento ha ottenuto il patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, di Federsanità, di AIOP (Associazione Italiana Ospedalità Privata), di ARIS (Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari) e di FIASO (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere). La giornata ha visto la partecipazione di molti esponenti delle aziende sanitarie e degli ospedali storici, ma anche esperti, studiosi e giornalisti. Nel contesto del dibattito è stato possibile per i partecipanti approfondire un tema così attuale come il binomio cultura e salute con l’obiettivo di valorizzare ulteriormente le realtà degli ospedali storici italiani. È disponibile, online, la registrazione dell’intero evento che è stato anche trasmesso in diretta streaming sulla Pagina Facebook di ACOSI.